Additivi per calcestruzzo

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca

Gli additivi per calcestruzzo sono prodotti di origine organica, naturale o sintetica e si presentano in formato liquido e in polvere. Gli additivi quando entrano a contatto con l’impasto del calcestruzzo, attraverso una particolare azione chimica o fisica, apportano particolari modifiche nelle proprietà del calcestruzzo fresco e indurito. Gli additivi più comunemente utilizzati sono: Additivi fluidificanti o plasticizzanti: migliorano la lavorabilità del calcestruzzo, determinano una diminuzione della tensione superficiale dell’acqua di impasto e riducono il fabbisogno di acqua per la consistenza desiderata Additivi superfluidificanti: risultano quattro volte più efficaci dei fluidificanti Additivi acceleranti: modificano il grado di idratazione del cemento così da ridurre i tempi di presa (acceleranti di presa) o incrementare la resistenza meccanica nei primi giorni (acceleranti di indurimento) Acceleranti ritardanti: riducono il grado di idratazione del cemento nelle prime ore e lo rendono più lavorabile Acceleranti aeranti: favoriscono la formazione di bolle d’aria del getto di calcestruzzo; in questo modo la resistenza ai cicli di gelo e disgelo aumenta Acceleranti viscosizzanti: sono utilizzati per evitare i fenomeni di segregazione e di bleeding nei calcestruzzi autocompattanti Acceleranti antiritiro: diminuiscono il ritiro igrometrico e plastico dovuti all’evaporazione di acqua del calcestruzzo in stato fresco e indurito Tra gli acceleranti in commercio è possibile trovare anche: Acceleranti adesivi Acceleranti impermeabilizzanti Acceleranti espansivi Acceleranti idrofobizzanti Acceleranti antigelo Acceleranti battericidi Acceleranti coloranti