Autobloccanti

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca

Si ricorre sempre più spesso a mattoni autobloccanti per ricoprire le pavimentazioni esterne: sono prodotti molto durevoli e permeabili al verde. Vengono posati a secco sulla superficie e poi sigillati con della sabbia asciutta. Le scanalature che caratterizzano i mattoni (o masselli) autobloccanti permettono di ottenere una superficie compatta e solida, ideale anche per aree: particolarmente soggette al traffico di mezzi pesanti e autoveicoli pedonali, piazze pubbliche, vialetti per giardini, parcheggi a pavimentazione antica da ristrutturare Hanno solitamente forma rettangolare e regolare e presentano una buona resistenza agli agenti atmosferici e alle sollecitazioni meccaniche. A livello prestazionale i masselli autobloccanti possono essere raggruppati in due grandi categorie: gli autobloccanti monostrato o monoimpasto: includono masselli realizzati con un unico impasto, con grande importanza alla curva granulometrica del conglomerato cementizio. Assicurano una maggiore resistenza dell’autobloccante gli autobloccanti doppio strato o doppio strato quarzo: sono caratterizzati dalla presenza di due impasti differenti: un primo strato che conserva le caratteristiche del monostrato e un secondo livello realizzato con inerti più fini